n. verde 800.120449   diretto   331.3711423

© 2019 by Ig-Abruzzo 

  • LinkedIn Social Icon
  • Twitter Social Icon

IN ASSOLUTO LA MIGLIORE DIFESA NELLE INDAGINI DIFENSIVE

Con la legge 397/2000 è stata riconosciuta la parità nel processo penale tra accusa e difesa, dando la possibilità a quest’ultima di effettuare indagini difensive  per realizzare un corretto accertamento giudiziale attraverso l’attuazione del principio del contradditorio.

In quest’ottica l’avvocato della difesa non ha più solo il ruolo di confutare le accuse, ma ha la possibilità di svolgere attività di indagine “per ricercare ed individuare elementi di prova a favore del proprio assistito” avvalendosi di tecnici ed esperti forensi.

Le attività   tecnico - scientifiche svolte a supporto dell'indagini difensive sono fiore all'occhiello dell'Agenzia IG-Abruzzo. 

Le indagini sono condotte personalmente dal dott. Fausto Maselli, Criminologo investigativo con una solida e impareggiabile esperienza acquisita sul campo intervenendo come esperto della scena del crimine della Polizia Scientifica in delicate indagini di Polizia Giudiziaria per conto di autorità giudiziaria e forze di polizia.

Obiettivo  è quello di fornire  una difesa efficace garantendo interventi tecnici/investigativi utilizzando gli stessi protocolli operativi e strumentali delle forze di Polizia. 

L'esperienza e la professionalità dimostrata in oltre 25 anni nella Polizia Scientifica e il contributo di un team di esperti selezionati  possono garantire il cosiddetto "giusto processo" e mettere in condizione coloro che si trovino in condizione di doversi difendere da un'accusa  di ricevere i migliori strumenti tecno-scientifici.

Le investigazioni penali più frequenti sono:

– Attività investigativa preventiva (art. 391/nonies del Codice di Procedura Penale)

– Individuazione elementi di prova a favore dell’indagato o della parte lesa

– Sopralluoghi tecnici (art. 391/sexies del Codice di Procedura Penale) – Colloquio, ricezione di dichiarazioni e assunzione informazioni (art. 391/bis del Codice di Procedura Penale).